Per Goldman Sachs Bitcoin è meglio dell’oro






Damien Courvalin, managing director del reparto ricerca energia di Goldman Sachs, sostiene che Bitcoin sia meglio dell’oro come riserva di valore.
Bitcoin meglio dell’oro: l’analisi del managing director di Goldman Sachs
Questo almeno è quanto ha affermato l’importante manager della banca di affari americano a Bloomberg:
“Il valore della criptovaluta è la sua rete, proprio come il valore del petrolio è il fatto che viene consumato.  L’oro, come i diamanti e l’arte, non ha questo.  È solo una pura risorsa difensiva che può sovraperformare per un periodo di tempo significativo” , 
Ha poi aggiunto il capo della ricerca energetica di Goldman nell’intervista mentre discuteva dello stato del mercato dei metalli:
“Proprio come sosteniamo che l’argento sia l’oro dei poveri, l’oro forse sta diventando la criptovaluta dei poveri “
La discussione verteva nello specifico su come asset diversi dall’oro, come per esempio appunto le criptovalute e Bitcoin, vengano utilizzati dagli investitori per proteggersi dall’inflazione.
“Criptovalute e oro non devono cannibalizzarsi per forza, ma è un fatto acclarato la sostituzione negli ultimi tempi”
Così ha concluso il manager sostenendo come in Cina dopo il divieto sulle criptovalute imposti dal governo si sia assistito ad un grande aumento di acquisto di oro.
L’oro è considerato riserva di valore per eccellenza
Bitcoin come riserva di valore 
Le affermazioni del manager di Goldman Sachs , banca che ultimamente sta guardando con sempre rinnovato interesse alle criptovalute, riguardano una questione da tempo dibattuta e cioè se effettivamente Bitcoin possa sostituire l’oro come riserva di valore.
In un momento in cui in tutto il mondo e in particolar modo in USA l’inflazione sta rialzano la testa in maniera preoccupante l’interesse verso di valore come oro e appunto Bitcoin sta inevitabilmente salendo.
Sia le quotazioni dell’oro che quelle del Bitcoin sono vicine ai massimi.
Nell’ottobre di quest’anno, un’altra banca d’investimento americana come JP Morgan aveva detto che anche gli investitori istituzionali stavano cominciando a guardare con interesse al Bitcoin , proprio perché lo consideravano una migliore copertura contro l’inflazione.
Secondo il suo rapporto dell’ultima settimana di ottobre” Markets Insider”, si dice che sarebbe riemersa con forza nelle ultime settimane la tendenza di grandi flussi di denaro che escono  dall’oro per spostarsi verso Bitcoin.
Secondo la banca, oltre $ 10 miliardi sarebbero defluiti dagli ETF verso acquisti in oro o strumenti legati ad esso, dall’inizio dell’anno, mentre oltre $ 20 miliardi sarebbero invece confluiti nei fondi Bitcoin.
Secondo CoinShares, i prodotti di investimento in asset digitali hanno registrato afflussi per $ 174 milioni nella prima settimana di novembre, segnando la dodicesima settimana consecutiva di afflussi. Da inizio anno gli afflussi in asset digitali si sarebbero attestati finora a $ 8,9 miliardi rispetto a $ 6,7 miliardi in tutto il 2020.
Anche il celebre miliardario finanziare Ray Dalio , qualche giorno fa, alla CNBC aveva parlato proprio di bitcoin come riserva digitale al pari dell’oro.
“Possiedo una quantità molto piccola di bitcoin. Non sono un grande proprietario. Ci sono alcune risorse che vuoi possedere per diversificare il portafoglio e bitcoin è qualcosa come un oro digitale.”
 
 
The post Per Goldman Sachs Bitcoin è meglio dell’oro appeared first on The Cryptonomist .

BitRss.com shares this Contents always with License.

Thank you for Share!

   









Fonte: theblockcrypto.com

Comments (No)

Leave a Reply