L’India potrebbe diventare il leader globale nel settore crypto?


La Reserve Bank of India (RBI) ha una grande opportunità di assumere la leadership globale nel settore crypto abbracciando e investendo in esso. 
Con l’accoglienza e l’adozione di Bitcoin e del settore delle criptovalute in rapida crescita, la RBI potrebbe inaugurare una nuova ondata di creazione di ricchezza sostenuta da posti di lavoro altamente remunerativi nella tecnologia fintech e blockchain.
India, l’industria crypto vale 184 miliardi di dollari
Un recente rapporto di Nasscom intitolato “Crypto Industry in India” in associazione con WazirX mostra che il settore delle criptovalute in India può creare un valore aggiunto economico di 184 miliardi di dollari sotto forma di investimenti e risparmi sui costi in India entro il 2030.
Secondo il rapporto, più del 60% degli stati dell’India stanno diventando adottatori di criptovalute e ci sono già oltre 15 milioni di investitori retail. Ora ci sono oltre 230 start-up di criptovalute e blockchain in India. Il rapporto afferma inoltre che il mercato delle criptovalute creerà oltre 800.000 posti di lavoro in India entro nove anni. 
Di seguito sono riportati altri punti salienti del rapporto: 

6,6 miliardi di dollari di investimenti sono in crypto asset da parte di investitori retail in India.
L’industria delle criptovalute dà lavoro a 50.000 persone in India.
L’industria delle criptovalute è in rapida crescita con più di 150 proof of concept e progetti.
Bitcoin è diventato il bene in più rapida crescita in India e raggiungerà un market cap di 1 trilione di dollari, superando l’oro e il dollaro USA entro il 2030. 
La dimensione del mercato della finanza decentralizzata è aumentata di 100 volte nell’ultimo anno.

L’India ha la possibilità di essere leader globale nelle criptovalute
I dati sono chiari, se la RBI promuove e costruisce l’industria delle criptovalute attraverso una regolamentazione equa e sostenibile, raccoglierà tutti i tipi di benefici diversi e porrà le basi per diventare leader mondiali nell’adozione e nello sviluppo delle criptovalute. Questo sarebbe incredibile per il popolo dell’India – potenzialmente più di un miliardo di persone in tutto il paese che comprano e vendono criptovalute e sono leader nella creazione dello spazio della finanza decentralizzata. 
I dati economici e lavorativi positivi nel rapporto presentano alla RBI un’opportunità unica di diventare leader globale nella regolamentazione e nell’abbracciare le criptovalute , il che porterà solo più posti di lavoro, aumenterà gli investimenti esteri, e creerà un’intera nuova industria per il popolo indiano in cui lavorare e costruire con il resto del mondo.
L’India ha molti possessori di criptovalute
In questo momento l’India sta aspettando che il Consiglio dei Ministri approvi la legge sulle criptovalute e le speculazioni sono ovunque su come la legislazione tratterà le varie criptovalute. Terremo i nostri occhi su questo fronte mentre continuiamo a sperare che il governo indiano regoli in modo equo lo spazio in modo che diventi un leader globale nel settore, aiutando a crescere e costruire la sua economia per il futuro.
Anche Nanden Nilekani, presidente di Infosys, crede che l’India abbia la possibilità di aiutare a costruire l’economia indiana e rendere la gente molto più ricca. Recentemente ha detto che trattare le criptovalute come una merce potrebbe aggiungere ricchezza all’economia del paese. È un dato di fatto che l’India ha perso gran parte del primo trilione di dollari in criptovalute a causa del divieto di criptovalute del 2018 , ma non è troppo tardi per cambiare rotta. 
L’industria delle criptovalute potrebbe inoltre svolgere un ruolo chiave nella campagna Digital India del primo ministro Narendra Modi per migliorare le infrastrutture online e aumentare la connettività Internet , rendendo il paese digitalmente autonomo nel campo della tecnologia. E nei prossimi anni, l’industria potrebbe guidare nel fornire alle piccole e medie imprese l’accesso al capitale globale e accettare rimesse da tutto il mondo. 
Infatti, le criptovalute stanno guadagnando importanza come metodo di pagamento tra le piccole imprese in tutta l’India. Gli indiani possono ora facilmente utilizzare Bitcoin, Ethereum, Solana e altri token per lo scambio di beni attraverso i servizi con ricarica Fastag. Secondo un rapporto di The Economic Times, da quando è andato live con le ricariche Bitcoin, Fastag ha visto le sue transazioni aumentare rapidamente nelle ultime 2-3 settimane, il 60% delle quali sono state fatte da persone di oltre 35 anni. 
Il settore delle criptovalute in piena espansione è anche qualcosa che i giovani indiani vogliono nella loro vita . Il rapporto Chainalysis 2020 Geography of Cryptocurrency ha classificato l’India all’11° posto nella lista dell’adozione globale di criptovalute, data la sua base di utenti di 10 milioni che scambiano volumi che raggiungono fino a 350 milioni di dollari su base giornaliera. Anche se gli indiani hanno storicamente investito in oro e depositi, Bitcoin sta diventando l’asset preferito dai millennial. Circa il 55% del valore totale di 1,5 miliardi di dollari di criptovalute in India è detenuto in Bitcoin.
Come può la RBI regolare le criptovalute in modo equo? 
Affinché qualsiasi nuovo tipo di tecnologia diventi mainstream, deve essere incoraggiato e definito mentre gli si permette di crescere ed essere adottato dai consumatori. Ci sono molte idee solide nella community crypto indiana che il governo può mettere in atto per accelerare la crescita dell’industria mantenendola sicura. 
Un esempio è che il governo dovrebbe definire gli asset digitali come qualcosa di simile ai metalli preziosi e non come valute. Questo approccio ha avuto successo in altri paesi del mondo.
Gli exchange di criptovalute decentralizzati potrebbero operare legalmente se introducessero una chiara regolamentazione KYC e AML . Le tasse che queste imprese genererebbero potrebbero anche essere utilizzate per costruire la nazione. Naturalmente, la verifica KYC per i trader e gli investitori di criptovalute dovrebbe essere obbligatoria. 
Infine, il governo può rimettere l’India sulla mappa mondiale spingendo le istituzioni ad abbracciare meglio le criptovalute. Ascoltando e lavorando con tutte le parti interessate, il governo sarebbe in grado di creare un ambiente equo e sicuro per far prosperare l’industria , assicurando anche che tutti siano ascoltati. 
È chiaro che abbracciando le criptovalute, l’India potrebbe diventare il prossimo centro finanziario globale , creando più opportunità e accesso a capitali, posti di lavoro e tecnologia.
Autore: Raymond Hsu
The post L’India potrebbe diventare il leader globale nel settore crypto? appeared first on The Cryptonomist .



Fonte: theblockcrypto.com

Comments (No)

Leave a Reply